CASE STUDIES

ENEGAN, l’Energy partner che oggi guida 13 aziende

Enegan Case Study
Overview

Overview

ENEGAN è un Energy Partner, reseller luce e gas e operatore telefonico. Nata nel 2010 ha avuto una crescita importante nel triennio 2016 – 2018. Oggi è la capogruppo di una compagine che conta 13 aziende, con circa 350 dipendenti, una forza vendita con un migliaio di agenti dislocati su tutto il territorio nazionale e un fatturato consolidato intorno ai 600 milioni di euro.
sfida

La sfida

ENEGAN gestisce una mole importante di dati e per questa ragione si confronta quotidianamente con i rischi del mondo cyber. In questo contesto la sicurezza informatica gioca un ruolo fondamentale. Consci che le tecnologie mirate alla protezione del perimetro aziendale non sono sufficienti, hanno deciso di supportarle con una concreta crescita della postura digitale dell’intera organizzazione.

Soluzione

La soluzione

ENEGAN, dopo aver contattato diversi fornitori, ha scelto Cyber Guru perché è un’azienda italiana con contenuti attinenti alle sue esigenze e perché offre un supporto che altri fornitori non contemplano. I risultati ottenuti hanno dimostrato che un percorso di addestramento mirato e costante è basilare per rimanere aggiornati sui rischi cyber e combattere il cyber crime con maggiore forza.

Con Cyber Guru i Serial Clickers sono scomparsi

ENEGAN, dopo aver contattato diversi fornitori di soluzioni di Security Awareness, ha scelto Cyber Guru.

“Perché italiana – spiega Giacomo Morelli,  direttore di tutta l’infrastruttura informatica del Gruppo,  con il compito di supportare la crescita del business, attraverso l’individuazione delle migliori soluzioni hardware e software ed accompagnare l’azienda nell’adozione dei migliori processi – perché ha dei contenuti attinenti alle nostre esigenze e perché offre un supporto che altri non contemplano”.

“Sono da sempre alla ricerca di quel change management che possa dare quella spinta verso il miglioramento continuo e il raggiungimento del piano industriale approvato dal Cda. In questo contesto – dice –  la sicurezza informatica gioca un ruolo fondamentale. Già dal 2018 abbiamo introdotto in azienda tecnologie mirate alla protezione del perimetro aziendale; tuttavia, siamo consapevoli che ciò non è sufficiente, perché abbiamo capito quanto sia necessario far crescere la postura digitale della nostra sicurezza, e che per farlo bisogna passare attraverso lo sviluppo di quella consapevolezza che spesso l’utente finale fatica ad avere per urgenza, disattenzione, non conoscenza, sottovalutazione e molti altri motivi che spesso rappresentano proprio una mano tesa, anche se in modo inconsapevole, al crimine informatico.“

I vantaggi della scelta Cyber Guru, secondo il CIO di ENEGAN, sono stati notevoli: “abbiamo potuto lavorare a ‘quattro mani’ per l’onboarding e la pianificazione dei contenuti. Un approccio che ha soddisfatto in pieno quell’aspettativa di supporto, soprattutto iniziale, che altri competitor di Cyber Guru non avevano in catalogo e che, nel nostro caso, ha fatto una differenza sostanziale con altre soluzioni che avevamo valutato”.

Enegan
Grimaldi_Group

Coinvolgere tutti in modo stimolante

Come per molte aziende, una volta fatta la scelta del partner, l’aspetto più complesso è in genere quello del coinvolgimento dei dipendenti che, anche nel caso di ENEGAN, non è stato facile. “All’avvio del programma – racconta Morelli – una buona percentuale ha ignorato gli inviti a seguire i percorsi formativi. Tuttavia Cyber Guru, attraverso gli strumenti giusti e una campagna di solleciti mirata, all’inizio leggera poi sempre più pressante, è riuscita a coinvolgere tutta la platea in modo molto stimolante, al punto che attualmente c’è persino una competizione tra i dipendenti per chi riesce a completare prima e bene i moduli che arrivano mensilmente.

Superato l’ostacolo più complesso, che è quello del coinvolgimento delle persone, i benefici in genere arrivano in poco tempo e, essendo il fattore umano l’origine delle maggiori vulnerabilità delle aziende, il rischio cyber si abbatte velocemente. Secondo Morelli, infatti, “i benefici sono oggettivi, specie sulle campagne phishing per le quali possiamo avere riscontri certi. Attraverso le dashboard di controllo infatti, riusciamo a capire chi cambia i propri comportamenti, ma non solo. Proprio in questi giorni, analizzando con attenzione i report, mi sono accorto che i serial clickers sono pressoché scomparsi rispetto all’inizio della campagna. Oggi abbiamo la casella delle segnalazioni piena e raramente si tratta di indicazioni totalmente sbagliate. Sei mesi fa era pressoché vuota. Un risultato che definirei eccellente, segno di un tangibile cambiamento.”

Per leggere tutta l’intervista e saperne di più clicca qui

 

Tutti i Progetti

Regione Campania

Regione Campania

Con il modello Cyber Guru, le persone diventano il perno della sicurezza digitale, per una corretta adozione delle pratiche più avanzate di sicurezza

leggi tutto
Novomatic Italia

Novomatic Italia

Grazie alla modalità formativa che caratterizza Cyber Guru, il gruppo CISO di Novomatic Italia ha visto arrivare in breve tempo i risultati tanto cercati e attesi.

leggi tutto
Gruppo Grimaldi

Gruppo Grimaldi

Gruppo Grimaldi, multinazionale partenopea, investe nella consapevolezza della sicurezza informatica attraverso l’uso dei servizi offerti da Cyber Guru

leggi tutto
Di più

Vuoi saperne di più?

Vuoi saperne
Cyber-guru

Cyber Guru Srl
C.F./P.I. 14324511006

Sedi:
Viale Della Grande Muraglia 284
00144 Roma

Regus Milano Bicocca
Via Libero Temolo 4
20126 Milano

Made in Europe